icona_youtubefacebook
World Social Agenda 2010-2011

PERCORSO PER LE SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE di I GRADO


L’edizione 2010-2011 della World Social Agenda (WSA) prosegue il percorso che la Fondazione Fontana onlus ha promosso a partire dall’anno scolastico 2007-2008 al fine di sviluppare una rete, di soggetti e azioni, attiva per il raggiungimento degli otto Obiettivi di Sviluppo del Millennio definiti dalle Nazioni Unite. Proseguendo nella logica del conto alla rovescia, l’edizione 2010-2011 della World Social Agenda ha quindi come fulcro l’Obiettivo 5, “SALUTE, GENERE, DIVERSITA' – Migliorare la salute materna”.

Verrà mantenuto un approccio multidimensionale, teso a mettere in rilievo la complessità delle tematiche analizzate e i collegamenti con gli altri Obiettivi, e attento a cogliere le sfumature e la molteplicità di aspetti degli argomenti trattati. In particolare, la riflessione non si concentrerà solo sulla salute delle gestanti, ma sarà relativa: alla salute riproduttiva; ad un inquadramento generale del tema nell’ottica del rispetto dei diritti umani –in particolare delle donne (e dei bambini); alla salute e alla medicina di genere, e alle relazioni di genere intese anche come determinanti sociali della salute –in collegamento con il percorso dell’anno scorso; alla relazione tra salute –in particolare salute in maternità- e cultura, e a tutte le implicazioni che questa relazione ha per esempio nel caso delle donne immigrate; alla salute –in particolare la salute sessuale e riproduttiva- delle (e degli) adolescenti. Si effettuerà un continuo rimando tra le situazioni vicine agli studenti, proprie del “nostro” mondo, e quelle dei “Sud”, con un approccio teso a non esasperare le contrapposizioni ma al contrario a mettere in rilievo l’ interdipendenza.

A chi si rivolge: classi delle scuole primarie e secondarie di I grado di Padova e provincia e loro docenti


Periodo: novembre 2010 – maggio 2011


Obiettivi:


Obiettivo generale:

  • • Avvicinare studenti e docenti delle scuole primarie e secondarie di I grado di Padova e provincia agli Obiettivi di Sviluppo del Millennio e in modo particolare all’Obiettivo 5, “SALUTE, GENERE, DIVERSITA’ – migliorare la salute materna”, ampliando la riflessione alla salute riproduttiva, di genere, alla relazione tra salute e cultura, alla salute delle (e degli) adolescenti.

Obiettivi specifici:

  • • Promuovere informazione e formazione su tematiche legate alla salute delle gestanti, riproduttiva, di genere, con un approccio attento alle differenze culturali;
  • • Conoscere, condividere e promuovere esperienze concrete che si sono rivelate particolarmente efficaci per il raggiungimento dell’Obiettivo 5;
  • • Sperimentare e perfezionare nuovi strumenti didattici e pedagogici, orientati al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio delle Nazioni Unite.

 

Contenuti e metodologia:

L’edizione 2010-2011 della World Social Agenda intende fornire ai giovani studenti strumenti per comprendere gli Obiettivi del Millennio ed in particolare l’Obiettivo 5 (SALUTE, GENERE, DIVERSITA' – Migliorare la salute materna), e punta ad offrire loro una serie di stimoli per interrogarsi sulle tematiche legate alla salute materna e di genere, ai rapporti fra diritti umani e salute, e fra salute e cultura.

  • Il progetto si basa su un percorso di formazione per docenti articolato in tre incontri:

1. il primo verterà su un INQUADRAMENTO GENERALE DELL’OBIETTIVO, a cura della dott.ssa Valeria Confalonieri (Fondazione Ivo de Carneri onlus) e dell’attrice Giuliana Musso (www.giulianamusso.it), che racconterà la sua esperienza nella preparazione dello spettacolo “Nati in casa”.

Questo incontro includerà anche un momento metodologico per la realizzazione del percorso in classe, in cui i docenti si confronteranno con Giulio Mozzi e con Marco Zuin sui contenuti e sull’articolazione dei percorsi;

2. il secondo sarà centrato sul tema della MEDICINA DI GENERE, a cura della dott.ssa Elisa Manacorda (giornalista, autrice del libro “Il fattore X”). L’incontro sarà integrato da un intervento sulla FARMACOLOGIA DI GENERE a cura delle Farmacie Comunali di Padova coinvolte in un progetto promosso da Banca Popolare Etica;

3. il tema del terzo appuntamento sarà CULTURE, MIGRAZIONI E MATERNITA', a cura della sociologa Lia Lombardi (Università degli Studi di Milano).

 

  • e un percorso svolto in classe che prevede la realizzazione di due incontri di due ore ciscuno- per un totale di quattro ore.

     

La metodologia con cui vengono proposti i percorsi è di tipo ludico-interattivo-partecipativa. All’interno di questo quadro pedagogico, e in modo particolare nell’integrazione in chiave educativa tra gioco e apprendimento, si muove la progettazione dei percorsi proposti ai diversi gruppi classe, al fine di realizzare delle occasioni di sperimentazione concreta di esperienze legate alle tematiche proposte. A tale scopo vengono utilizzati diversi strumenti tra cui: contestualizzazione del percorso (con l’ausilio di supporti e strumenti quali diapositive, video, carte geografiche, racconti, fotografie che prevedono, dove possibile, anche l’utilizzo della LIM); presentazione di esperienze, giochi di ruolo, giochi cooperativi, attività creative, momenti di discussione.
Per ogni singolo percorso in classe si prevede la realizzazione di due incontri della durata di due ore ciascuno - per un totale di quattro ore.
Nella gestione delle attività in classe sono coinvolte quattro organizzazioni del territorio che sviluppano il percorso per le diverse fasce di età con i seguenti educatori:

 

    • Primo ciclo scuola primariaASSOCIAZIONE “AMICI DEI POPOLI”: Carolina Guzman, Laura Zordan, Elena Bassanello;

    • Secondo ciclo scuola primariaCASA FAMIGLIA INCONTRA : Sabrina Silvestri / CARITAS Diocesana di Padova: Giorgio Pusceddu;

  • Scuola secondaria I gradoCOOPERATIVA "I D.A.D.I. – Diritti umani.Ambiente.Diversità.Identità.” : Niccolò Giacon / ASSOCIAZIONE FARE : Giorgia Bettio

 

Per maggiori informazioni, scarica la scheda del progetto